Bollettino sulle voci inside my head #9

Per darvi un’idea della situa, febbraiomarzoaprilefinora sono durati come tipo dall’1 al 13 gennaio. Per dire. Uno dei misteri della vita che non smetteranno mai di sorprendermi è quanto possa essere variabile e distorta la percezione del tempo. Quindi nulla, succedono cose, forse fuori poche ma inside my head tantissime. E visto che tra i miei nuovi obiettivi della vita c’è quello di stare sempre al passo coi miei tempi interiori che sono molto più lenti di quelli esteriori, adesso ci si mette qui e si fa un simpatico elenco puntato di cose a caso.

  • Continuo a stalkerare gli alberi in fiore e a chiedermi “chissà che albero è questo!”, perché la mia classificazione dei fiori di aprile è la seguente: quelli super fucsia, quelli bianchi ma grossi su tronchi neri, quelli rosa ma puffosi. Se c’è un botanico in ascolto mi scriva grazie. In più vivo sempre con struggente nostalgia il momento in cui cominciano a spuntare le tenere foglioline accanto alle esplosioni di colore, ogni giorno controllo con apprensione lo stato evolutivo del passaggio e muoio un po’.
  • Mi struggo anche perché è già fiorito tutto il glicine e per me nella vita Il Glicine è solo uno e uno soltanto, e si trova su una terrazza di Pisa, e volevo andare a salutarlo ma non sto riuscendo perché non trovo il giorno per farlo e mi manca tantissimo, quel glicine. E Pisa. Pisa mi manca sempre.
  • Ho ricominciato a dare ripetizioni e questo mi rende felice. Ne prendo atto in maniera serena, accetto il mio disagio e non mi vergogno a dichiarare che potrei passare le giornate a fare gli schemini, tanto si sa. Mi fa molto ridere aver ripreso in mano i programmi di seconda superiore, all’epoca baldanzosamente snobbati, e che ora mi provocano occhi colmi di stupore e urgenza di far capire alla mia bimba la meraviglia della crisi dell’impero romano o del periodo ipotetico in inglese. Penso che forse c’è un tempo per tutto, e va bene così (ma il tempo per la bimba di non bocciare è ora e dannazione ci riusciremo!).
  • Avere delle missioni nella vita è bello. Ed è bello quando la tua missione della vita non è più “alzarsi dal letto”. Mi godo il momento e cerco di affrontare delle paure complesse che sono strascichi degli anni passati, che proverò a riassumere con due accattivanti frasi motivazionali: “è giusto fermarsi quando non si hanno più cazzi”; “alza il culo che ti stai soltanto facendo una damigiana di seghe mentali”. Amen.
  • Il potere catartico che hanno su di me i film è qualcosa di imprescindibile: ho tratto enorme giovamento dalla visione di: I villeggianti della Valeria Bruni Tedeschi e Ricordi? di Valerio Mieli. Mi si sono smosse cose, mi si sono aperti i chakra, mi si è ossigenato il cervello.
  • Non pensavo che avrei mai potuto esprimere il concetto che sta per seguire, e davvero non ne sono del tutto contenta, ma bisogna che lo riporti per il mio innato bisogno di lasciare traccia degli eventi: se non faccio attività fisica per più di tre giorni consecutivi mi piglia male. Adesso vado a dondolarmi in un angolo, scusate.
  • Ho fatto una kind of personal timline, perché inizio ad avere difficoltà a collocarmi nel tempo. Nel senso, quanti anni avevo nel 2003 tipo? Ecco, adesso lo posso verificare in un battibaleno. Se volete ve la fo pure a voi.
  • Per quanto ancora potrò continuare a nutrirmi di #pastoni? Cucinare cibo vero la scorsa domenica per i miei amici mi ha fatto salire dei dubbi devastanti.
  • Ho la testa piena di idee roboanti, progetti esaltanti, svolte della vita e piccole rivoluzioni da attuare nel quotidiano (leggi mangiare lo yogurt con la frutta fresca a colazione); è bello, è pauroso, è più bello che pauroso. Non mi capitava da anni di sentirmi così. Voglio, esigo di andare piano per non perdermi pezzi.
  • Gli amici mi continuano a salvare le giornate.
  • Guardo la mia casa piena di luce e di libri e penso che qualcosa sta andando bene.
  • Bere tanta acqua rimarrà sempre la più giusta soluzione a moltissimi problemi, ma un grandissimo stigma sociale.

B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.