Book Pride Milano – 2019 edition

Il Book Pride è giunto alla sua quinta edizione e corre veloce verso il podio di fiera che forse mette d’accordo quasi tutti gli attori del mondo libro (da chi i libri li fa a chi li legge). Chissà. Io di certo provo molto affetto nei suoi confronti, e se volete un mio agile recap su cosa sia questa manifestazione libresca potete leggere qui, se volete la cronaca della prima edizione la trovate qui, mentre, se non avete davvero nulla da fare, su quello del ’16 ne ho scritto per sempre, partendo da qui.

20190316_164011

Detto ciò, ecco a voi una serie di cose e considerazioni random sul week-end appena trascorso:

  • Location diesci: la Fabbrica del Vapore (che mi dicono di solito non brilli per qualità degli eventi ospitati) mi è sembrato un ottimo salto di qualità, anche se al Base ho voluto molto bene (ai Frigoriferi Milanesi invece solo solo alienazione). Bella storia i diversi ambienti, abbastanza bene le sale per gli eventi, molto bene l’aria che potevi respirare all’esterno – e poi io ho un debole per gli spazi industriali riconvertiti.
  • Location diesci/bis: cosa non secondaria, il trovarsi in uno dei miei quartieri prefe di Milano. Poter raggiungere in un attimo del cibo cinese untissimo (e condividerlo a sorpresa con un’amica che non mi aspettavo di vedere), fiancheggiare il Cimitero Monumentale e bersi un caffè da Otto è stato impagabile.
  • Ho conosciuto Laura Pezzino e mi sento un po’ un persona migliore: la presentazione insieme ad Alessandro Raveggi di Nero, il gatto di Parigi di Osvaldo Soriano, tradotto da Ilide Carmignani, prossima uscita LiberAria (che è di una bellezza che porta via), è stato un delicato e nostalgico sogno ad occhi aperti tra i tetti parigini e Buenos Aires. Bravi tutti.
  • Quella meraviglia di mia sorella non solo è una meraviglia, ma anche una lettrice ufficiale di mappe e una supereroina che salva le sciure milanesi con cappotto rosso che cadono in tram. Momenti di esaltazione massima.
  • Continuo a vedere Marco Rossari solo in eventi organizzati da Sur – a questo giro ha fatto un reading delle poesie di Lawrence Ferlinghetti (occhi a cuore) in occasione del suo centesimo compleanno (grande festa alla corte della City Lights Books).
  • Viva i giovani eh, ma le anziane allo stand Adelphi spostatevi tutti.
  • Sarò per sempre grata alla Zoe per la sciallanza hard-core che cerca di trasmettermi, per le uscite icastiche che prontamente mi segno #pernondimenticare, per gli aneddoti sulla vita milanese che fanno strabuzzare gli occhi a noi della Conca, per le lezioni di make-up e per i pattern del palazzo dove abita.
  • Consigliare i miei libri del cuore degli adorati effequ (grazie al vinello che ha camuffato il mio diventare rosso pomodoro) è stato tanto bello: fatemi parlare di libri che ho amato come se non ci fosse un domani e sarò una Bea felice.
  • Gli hipster milanesi mi sembra che godano sempre di ottima salute.
  • Spratarsi è sempre l’idea che te la svolta.
  • Seguire un panel sedute per terra dove donne fighe parlano di femminismo, pure.
  • Posso affermare con convinzione che il 60% degli incontri di questo Book Pride è stato presenziato da Violetta Bellocchio (stima e applausi).
  • La birra non era male.
  • O vai a sbattere nella gente che conosci, o incontrarsi con qualcuno senza accordi stringenti è impossibile (evviva per chi ho salutato, uffa chi no).
  • Ho comprato, senza rendermene conto, libri prevalentemente sudamericani: ciò vuol dire che ho un bisogno assoluto di evasione immaginifica (per l’evasione fisica ho preso libri che per ora rimangono top-secret, muahah!).
20190318_084521
Alla mia amica Fede e al mio portafoglio non piace questo elemento. 

B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.